SOS OCEANI

L'acqua è la base della vita, ed ogni essere e creatura vivente dipende da essa: è un bene indispensabile, il fondamento della nostra sopravvivenza. Sembra quindi assurdo che più siamo circondati nella nostra vita quotidiana dall'acqua, in tutte le sue forme, più ce ne dimentichiamo e diamo per scontato la sua importanza. Oggi l’attività umana e i cambiamenti climatici stanno distruggendo l'ecosistema marino, e la velocità di degrado degli oceani è allarmante.



Inquinamento da plastica


La plastica, un materiale così importante per l'economia del XXI secolo, è anche la causa principale dell'inquinamento delle acque.

Le conseguenze dell'aumento della plastica nelle acque saranno disastrose per la salute umana, la biodiversità, il clima e l'economia globale. Oggi l'85% dei rifiuti marini è costituito da plastica e il WWF stima che ogni anno le acque del mondo siano contaminate da circa 19-23 milioni di tonnellate di plastica. Il problema della plastica come materiale nell'acqua è solo la punta dell'iceberg, perché una delle conseguenze più gravi è una minaccia invisibile: le microplastiche. Il motivo è che la plastica non scompare ma, col tempo, si scompone in frammenti più piccoli che entrano nella catena alimentare, nell'aria e nell'acqua. Le sue dimensioni non ci permettono di vederla e, inconsapevolmente, mangiamo 5 grammi di microplastica a settimana, l'equivalente di una carta di credito. L'impatto dell'assorbimento di sostanze chimiche è dannoso e ha gravi conseguenze per la salute umana e per tutti gli organismi marini.

Grazie a molte ONG, Organizzazioni Non Governative, associazioni e singoli individui desiderosi di cambiare la situazione degli oceani, il problema è stato esposto al mondo intero. Sono state adottate molte soluzioni.



Economia blu


Per trovare soluzioni sostenibili ai problemi legati agli oceani, ai mari e alle coste è stata sviluppata una nuova forma di economia: la blue economy.

Si tratta di un modo sostenibile di beneficiare delle risorse del mare, rimanendo al contempo sostenibile, stimolando la crescita economica e migliorando le condizioni di vita delle persone che vivono sulle coste inquinate.



Pulire l'Oceano Pacifico


A causa dell'alta percentuale di plastica presente negli oceani, le correnti oceaniche l'hanno trasportata fino a raggrupparla e a formare vere e proprie isole di plastica. La più grande di queste isole è nota come Great Pacific Garbage Patch e si trova nel mezzo dell'Oceano Pacifico tra le Hawaii e la California.

Le dimensioni dell'isola sono difficili da stimare, ma si ipotizza che abbia una dimensione di 10 milioni di km2 , pari a quella dell'intero Canada.

Ocean Cleanup è un'organizzazione no-profit che sviluppa nuove tecnologie per ripulire gli oceani.


Ciò che rende unica questa organizzazione e incredibile il suo lavoro è che gli ingegneri dietro questo progetto hanno trovato una soluzione strategica ed efficiente dal punto di vista energetico per avviare la più grande bonifica dell'Oceano Pacifico mai vista al mondo. Al centro del progetto, l'ingegnere della Martinica Bruno Sainte-Rose ha contribuito a creare la tecnologia che permette di assomigliare alla plastica che galleggia sulla superficie dell'oceano e di raccoglierla e riciclarla. Si tratta di una linea di costa artificiale, una barriera a forma di U che guida la plastica in un'area di contenimento in modo che possa essere caricata sulla barca dell'organizzazione, pronta per il riciclaggio.




In conclusione


Acqua, mari e oceani sono essenziali per la nostra sopravvivenza. Per troppi anni, a volte anche inconsapevolmente, abbiamo distrutto ciò che la natura ci ha dato. Dobbiamo quindi salvare e proteggere il patrimonio naturale che abbiamo sempre avuto la fortuna di avere e la sfortuna di aver degradato.

Non è ancora troppo tardi, ma dobbiamo agire subito. Anche se una sola persona può fare la differenza, solo insieme possiamo cambiare il mondo e riportare gli oceani al loro antico splendore.

Quindi rimbocchiamoci le maniche e creiamo un nuovo futuro.



Per approfondimenti:

https://www.wwf.fr/sengager-ensemble/relayer-campagnes/pollution-plastique https://la1ere.francetvinfo.fr/martinique/jeune-ingenieur-martiniquais-au-coeur-depollution-o cean-pacific-786063.html

https://theoceancleanup.com/oceans/

https://www.eib.org/fr/essays/blue-economy-investment

https://unric.org/fr/oceans-en-danger-les-principales-menaces/#:~:text=Oggi%2C%20gli%20oc%C3%A9anni%20sono%20natura%20degli%20umani.




103 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti