Turismo sostenibile a Bruxelles

Cristina Colombini, Francesca Dalla Pozza


Molti paesi oggi stanno intraprendendo azioni concrete per raggiungere i 17 obiettivi dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dagli Stati Membri delle nazioni unite nel 2015. Ispirandosi a tali obiettivi, il Belgio è uno dei paesi europei più impegnati in questo campo. In particolare, la regione di Bruxelles si distingue nel quadro del turismo sostenibile, con attività che aiutano i visitatori a ridurre la loro impronta ecologica durante il loro viaggio. Un interessante esempio è il progetto Green Key, pensato per ridurre le emissioni delle strutture turistiche in Belgio. Questo articolo si concentrerà sugli aspetti che rendono Bruxelles una città improntata a ridurre l'impatto del suo turismo sull'ambiente.


Bruxelles e l'indice GDS


La città di Bruxelles sta lavorando per sviluppare politiche di sostenibilità in molte aree della sua vita quotidiana, ma si distingue soprattutto nel campo del turismo sostenibile. Nel 2021 infatti, come nei cinque anni precedenti, Bruxelles è stata inclusa nel Global Destination Sustainability Index (GDS), per le sue iniziative nel proporre vacanze più rispettose proprio dei tanti obiettivi di sostenibilità.

Il GDS è un'iniziativa globale, partner ufficiale del Programma per un Turismo Sostenibile “UN One Planet” e i relativi gruppi di lavoro per la “Circolarità nel turismo”, che lavora per ispirare e aiutare le destinazioni turistiche del mondo a impegnarsi a diventare destinazioni più sostenibili. L’Index viene stilato da un gruppo di esperti che, ogni anno, compila una lista di destinazioni sostenibili basata su una valutazione comparativa delle diverse attività delle città che partecipano all'iniziativa. Vengono valutate le “prestazioni sostenibili” grazie a 70 indicatori, divisi in quattro aree:

  • le prestazioni ambientali della città, che si occupa di energia, emissioni, ma anche qualità dell’aria o dell’acqua;

  • le prestazioni sociali, che invece si occupano di sicurezza personale, inclusività, progresso;

  • le prestazioni dei fornitori, quali hotels, aeroporti, ristoranti e molti altri;

  • le prestazioni della gestione delle destinazioni, area che si occupa di certificazioni, valutazioni, report, ma anche politiche, capacity building e marketing.

Nell'ambito di questo progetto, la capitale del Belgio è stata elogiata per le sue politiche di sostenibilità sociale e ambientale. I risultati dell'analisi degli esperti rendono evidenti gli sforzi della città verso la sostenibilità: il punteggio totale di Bruxelles nel 2021 è stato del 73,6% e si è posizionata al 14° posto su 74 partecipanti in tutto il mondo. Uno degli aspetti che fanno di Bruxelles una destinazione sostenibile è la sua strategia di economia circolare, applicata anche al settore del turismo e dell'ospitalità.


Green key


Green Key è un marchio internazionale, presente in cinque continenti e 65 paesi, dal Belgio al SudAfrica, che premia i gestori di hotel, ostelli della gioventù, centri vacanze, cottage, campeggi, ristoranti, centri congressi e luoghi di eventi e attrazioni turistiche per un totale di 246 luoghi in Belgio. Questa etichetta garantisce che i siti in questione adottino misure per ridurre il suo impatto sul clima. Gli operatori di Green Key applicano già le future regole ambientali, che sono più severe di quelle attuali e garantiscono la sostenibilità delle strutture selezionate. Le aree più importanti per ricevere il marchio Green Key sono la gestione (personale, amministrativa, comunicativa e politica), la gestione dei rifiuti, l'energia, la sostenibilità alimentare, la mobilità, la gestione dell'acqua e gli spazi verdi. Scegliere di trascorrere le proprie vacanze in una struttura certificata Green Key è un modo per ridurre l'impronta ecologica prodotta dai viaggi. L'obiettivo di Green Key è quello di raggiungere la neutralità climatica in tutte le attività del turismo e del tempo libero, coinvolgendo tutte le parti interessate: proprietari di imprese, personale, fornitori, clienti, cittadini, città/comuni e governi.

Nella città di Bruxelles, sono 41 le strutture certificate dal marchio Green Key. Il numero di ostelli sostenibili nella capitale belga è una delle ragioni per cui la città è stata lodata dall'indice GDS. È anche una delle ragioni per cui Bruxelles può essere considerata una destinazione sostenibile per i nostri viaggi, viste le numerose possibilità per limitare l'impatto climatico della nostra visita. Green key è un ottimo strumento che tutti possiamo utilizzare nel pianificare i nostri viaggi, rispettando il nostro pianeta e contribuendo al raggiungimento degli obiettivi sostenibili, magari partendo proprio da Bruxelles.



111 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti